Scarpe da sposa Alberta Ferretti

Scarpe da sposa

Scarpe da sposa con tacco di Alberta Ferretti! Direttamente dalla collezione autunno-inverno 2011/2012 del noto marchio di moda italiano, ecco a voi un modello di shoes davvero elegante e chic che possiamo anche trovare in saldo, visto che ancora continuano i prezzi ribassati in tutti i negozi del nostro paese. Bisogna approfittarne, però, perché presto, purtroppo, con l’arrivo delle nuove collezioni primavera-estate 2012 i prezzi torneranno normali. Quindi se volete comprare qualche shoes senza svenarvi, sappiate che ormai avete i giorni contati! 

 

Tra le scarpe che Alberta Ferretti ci ha proposto per il suo autunno-inverno 2011/2012 ci sono anche questi deliziosissimi sandali con tacco, realizzati in pelle grigio chiara, un colore che si adatta alla perfezione a moltissimi look, dai più eleganti ai più casual chic. Il tacco non è poi così proibitivo, dal momento che è alto appena 8 centimetri. Scarpe dall’effetto verniciato, con inserti elastici ed impunture, mentre la suola è realizzata in cuoio.

 

sandali-grigi-alberta-ferretti.jpgCome abbinare queste scarpe? Io le vedo assolutamente sotto un abito da sposa, per non sfoggiare sempre il solito bianco in tutte le sue tonalità. Anche sotto un abito corto o lungo sono l’ideale, ma non sono niente male nemmeno sotto un paio di pantaloni skinny, magari proprio dei jeans con una camicia e giacca importante!

 

Se questo modello di scarpe del marchio di moda italiano Alberta Ferretti vi fa impazzire e volete assolutamente che faccia parte della vostra già nutrita collezione di shoes, sappiate che le potete trovare comodamente in vendita su internet. E addirittura ad un prezzo scontatissimo: su yoox, infatti, costavano 250 euro ed ora sono in vendita a 75 euro, un affare, insomma… anche se sono rimasti pochissimi numeri. In bocca al lupo, sperando che ci sia il vostro!

 

Fonte: shoes.stylosophy.it

 

 

 

 

 


Scarpe da sposa Alberta Ferrettiultima modifica: 2012-02-22T09:37:00+00:00da rosanna-78
Reposta per primo quest’articolo